Pubblicità

DAL MAIN STAGE

PALCO RISERVATO AGLI ARTISTI DI RICHIAMO NAZIONALE

TARANTA NIGHTPRIMA SERATA

 Nidi D’Arac storica band romana fondata da Alessandro Coppola (Voce) e composta da Celine Ottria (violino), Federico Leo (batteria), Edoardo Targa (basso). Con 6 album all’attivo la band è diventata una verà icona del genere taranta/folk. Presentano “It/Aliens” l’ultimo lavoro uscito questa primavera per Goodfellas. Il ritmo salentino della pizzica nel loro sound è contaminato dalle nuove tecnologie senza tralasciare l'ipnotico ritmo dei tamburelli. In apertura i pisani Eva & il Lupo fautori di un folk d’autore molto interessante.

NIDI D'ARAC

Dal 1996 Nidi d'Arac stanno mescolando la musica del Salento con quella elettronica e contemporanea.

Il cantante della band è il musicista eclettico da Lecce, Alessandro Coppola, la cui creatività e l'amore per la sua terra hanno prodotto un appassionato e consapevole ricerca di contenuti provenienti dalla tradizione, la musica, la poesia, il folclore della cultura mediterranea, ha acquisito ed elaborato.

 

"La migrazione porta le persone a rivivere e reinterpretare la storia della loro terra d'origine. Allo stesso tempo, è l'occasione per guardare l'immagine della nostra gente, come si guarda uno specchio coperto di polvere. Oggi noi siamo parte di un nuovo fenomeno di migrazione da Italia nei confronti di altri paesi, per lo più giovani, che sono costretti a porre la loro identità culturale a bordo ". A. Coppola

Gli ospiti e secondi classificati nell'edizione 1998 del premio italiano per giovani musicisti 'Premio Tenco', erano l'atto di apertura per il concerto Simple Minds nel 1999, per il concerto di Robert Plant a Roma, per Joe Zawinul nel 2000 e per Kimmo Pohjonen nel 2003. Essi sono stati co-autori, insieme a Enzo Avitabile e Mory Kante, di 'Musica a scantinato (MANA e MANE, 1999). Essi sono stati nominati per il miglior album in dialetto alla edizione 2006 di 'Premio Tenco'. atto di apertura per Cesaria Evora durante l'Earth Day a Roma nel 2008, sono stati scelti ed eseguiti al Babel Med Music nel 2009, a Vic nel 2010 e al Womex di Copenaghen 2010. Come opening act di Khaled nel 2012. Nel 2011 si sono esibiti , tra gli altri, al prestigioso Montreux Jazz Festival Womad e nel Regno Unito, Spagna, Nuova Zelanda e Australia.

EVA & IL LUPO

Eva Malacarne – voce, tamburello, cembalo, nacchere, ventagli

Lupo – chitarra, lap steel e voce

Roberto Molesti – organo, piano elettrico, fisarmonica

Mario Marmugi – batteria

Mimmo Mollica – armoniche

Alex J Corsi – basso, chitarra ritmica e solista

SECONDA SERATA

BANDABARDÒ

La band fiorentina, reduce da un tour europeo, è tornata a calcare i palchi dei grandi festival estivi con il loro rodato spettacolo di divertimento e musica d’autore. Dopo l’ultimo disco “L’improbabile” uscito per Warner la band ha pubblicato prima dell’estate il nuovo singolo “Lo Sciopero del Sole”, rifacimento della  canzone – filastrocca profetica in cui il sole, indignato e stanco perchè l'aria si è fatta ormai irrespirabile, lascia tutti e va via. Il messaggio ecologista di quella canzone è sempre più attuale e condiviso e così la band toscana la ripropone costruendoci intorno un progetto civile, discografico e live in collaborazione con Legambiente. La Bandabardò è formata da Erriquez (Voci, chitarra acustica ritmica), Finaz (Chitarra virtuosa e solitaria, cori), Donbachi (Contrabbasso, basso), Orla (Chitarra elettrica), Nuto (Batteria) con il fondamentale ed insostituibile apporto di Ramon (Percussioni, tromba e voci) e Pacio (tastiere e Fisarmonica).

In apertura Fabrizio Pocci ed il Laboratorio: il cantautore toscano giunge finalmente all’imminente pubblicazione dell’album d’esordio “Una vita quasi normale” prodotto da Erriquez stesso anticipato dal singolo “E ci sei tu” in collaborazione con Bobo Rondelli.

FABRIZIO POCCI E IL LABORATORIO

Fabrizio Pocci: Chitarra e voce -

Marco Franci: Chitarra elettrica, lap steel, mandolino -

Alessandro Ferri: Basso e Contrabasso elettrico -

Alessandro De Maio: tastiere, synth, melodica

Matteo Marchi: Batteria

TERZA SERATA

Un evento unico che  ha visto insieme il rock alternativo di due band seminali del panorama italiano: Afterhours e Teatro degli Orrori.

La band di Manuel Agnelli ha appena pubblicato il nuovissimo album di inediti “Folfiri o Folfox” (Universal) toccante album che affronta tematiche di vita personali del fondatore e frontman della band nonchè nuovo giudice di X-Factor per la prossima stagione. L’album è un doppio cd con 18 canzoni prodotto da Tommaso Colliva e Manuel Agnelli ed è riuscito a raggiungere il primo della classifica ufficiale dei dischi più venduti la prima settimana di uscita.

Il Teatro Degli Orrori continua il tour del loro ultimo disco omonimo del 2015, il quarto della band fondata da Pierpaolo Capovilla, dodici tracce che dipingono l’affresco di un’Italia allo sfacelo con disarmante ironia e sarcasmo. Tematiche forti e sociali per entrambe le band rendono lo spettacolo imperdibile.

In apertura la band torinese dei Proclama, freschi di pubblicazione del secondo album “La mia migliore utopia” (Vrec), concept album sul nuovo futurismo raccontato in canzoni rock con forti parti melodiche.

QUARTA SERATA

VINICIO CAPOSELLA

A chiudere la seconda edizione del Beat Festival Vinicio Capossela, cantautore, polistrumentista e scrittore italiano con dieci album in studio alle spalle tra cui l’ultimissimo “Canzoni della cupa”. Composto da due lati, “Polvere” e “Ombra”, “Canzoni della Cupa” è un’opera originale, su cui Capossela ha lavorato per 13 anni e che arriva a 5 anni di distanza dal suo ultimo album di inediti. E proprio come il disco, anche il nuovo tour di Capossela sarà composto di due lati, per presentare al meglio il mondo folclorico, rurale e mitico espresso in quest’album.  A “Canzoni della Cupa” hanno preso parte diversi artisti, in un ideale raccordo tra due mondi, quello che racconta la grande frontiera, incarnato da artisti come Flaco Jimenez, Calexico, Howe Gelb e Los Lobos, e quello rappresentato da voci e strumenti espressione della migliore musica popolare italiana, come Giovanna Marini, Enza Pagliara, Antonio Infantino, la Banda della Posta, Francesco Loccisano, Giovannangelo De Gennaro, senza dimenticare altri straordinari musicisti come Victor Herrero, Los Mariachi Mezcal, Labis Xilouris, Albert Mihai e tanti ancora.

© 2018 Vision TV

Vision Tv
contatti Vision tv

home di on music contatti